S5 Corporate Response - шаблон joomla Книги
  • Registrati

Un’uscita con molte prime volte: la prima volta senza il capitano almeno a memoria d’uomo; la prima volta senza almeno un  Sarpa in campo, la prima volta dell’esordiente Roberto De Vita. Per i numeri sempre un po’ corti della nostra compagine, invece ahimè, solita storia.

Convincente prova nel complesso degli Arnold che si presentano nel bellissimo e nuovissimo (in effetti sono ancora in costruzione alcune parti) impianto dedicato al rugby dell’Unione Rugby Sanbenedetto del Tronto con qualche timore per l’assenza della guida esperta di Antonio Picariello.


BEERBLU-ARNOLD 0-0

I Beerbanti che hanno organizzato il torneo per inaugurare la struttura della società amica e con la quale collaborano Unione Samb ci tengono a fare bella figura e come al solito sono accorsi in massa. Risultato schierano due squadre e torneo che diventa subito a 4 (peraltro gli ascolani generosi e mai stanchi prestano i giocatori alle altre due formazioni arrivate un po’ corte).

La partita, nonostante sia la prima assoluta del torneo ed in passato gli Arnold abbiano dimostrato di essere di avviamento lento come i vecchi diesel con le candelette di pre accensione, inizia subito forte con le due squadre che si affrontano a viso aperto occupando e scambiandosi fra difesa e attacco lo spazio delimitato fra le due linee dei 10 metri.

Lotta di centrocampo quindi con un grosso lavoro di contenimento e di sfondamento delle due mischie che si alternano nel ruolo di attaccanti e difensori. Un paio di buone palle “rubate” in ruck da parte degli Arnold permettono progressivamente di alzare un po’ la linea di gioco che tende a spostarsi verso i 22 dei blu crociati anche grazie ad un buon innesco della linea dei tre quarti ben guidata da Fabio Speranza che lascia (ormai sempre più spesso) il ruolo naturale di estremo per quello di mediano.

La difesa ed il peso degli avversari, unita alla presenza in campo per gli amici di Ascoli di un estremo in grande giornata bloccano due fughe sull’ala (una in realtà con l’inserimento dell’estremo).

Col tempo sono i Beeblu che si insediano nelle metà campo degli ospiti mettendo a dura prova la capacità di difesa degli Arnold che riescono in un paio di maul difensive a constringere al turno over gli assedianti.

Il mediano di apertura – reminiscenze di quando giocava estremo – rimedia una frattura del naso che lascia di fatto la squadra senza la linea mediana visto anche l’esordio nel ruolo di mediano di mischia di Andrea Rosetti che si è molto impegnato nel tentativo arduo di non far sentire troppo la mancanza del capitano.

Da quel punto è solo lotta, grinta e grande prova di carattere di tutti i giocatori che senza risparmiarsi si sono impegnati nell’interruzione della trama offensiva dei padroni di casa che con lo scadere del tempo risulta improduttiva. 0 a 0 e tutti soddisfatti.


ARNOLD – BEERBIANCHI 0-1

Giusto il tempo di riposarsi e di trovare grazie ai Beerblu un paio di inserimenti in rosa che si ricomincia. Da segnalare il prestito di assoluto prestigio che ci è stato concesso. Con noi ha giocato a mediano di apertura un mito del rugby italiano come Serafino Ghizzoni, per anni ala ed estremo dell’Aquila, 690 punti in carriera in campionato, 60 presenze in nazionale (l’ultima contro gli All Blacks in occasione del primo mondiale).

Sollevati da tanto aiuto gli Arnold affrontano sereni e sciolti la sfida con la seconda compagine Beerbanti che ha un gioco più mobile dei blu crociati anche se hanno una squadra con molti più kg.

L’inizio è tutto di marca giallo verde con gli Arnold che si stabiliscono per circa 10 minuti nei 22 ascolani provando in vari modi lo sfondamento che avrebbe significato la segnatura. Con un gioco costruito su numerosissime fasi, senza errori di handling o falli in ruck, manca solo il guizzo di giocare la palla al largo per avere la meglio dell’attenta difesa dei padroni di casa.

Padroni di casa che col tempo iniziano a crescere e a spostare il gioco in chiave offensiva sfruttando la maggior altezza in touche che assicura alla mediana un rifornimento di palloni di qualità per lanciare il gioco al largo. Tre quarti e mischia Arnold fanno buona guardia e senza troppe difficoltà riescono a risolvere un paio di situazioni pericolose sempre venutesi a creare con lo sviluppo del gioco a largo da parte dei bianco crociati.

Un arbitraggio molto preciso e puntuale che forse ha però la pecca di spezzettare un po’ troppo il gioco (col grande vantaggio però c’è da dirlo di salvaguardare l’integrità fisica di tutti i giocatori) conduce la partita verso il termine. Ed è in effetti a tempo scaduto quando con gli Arnold in attacco un calcio in difesa dai 22 ascolani innesca una pressione dei padroni di casa che riescono ad impadronirsi del pallone pur raccolto dai difensori romani e ad involarsi in fuga solitaria verso la linea di meta sguarnita.

Vittoria sul campo dei Beebianchi (che peraltro hanno anche vinto un’altra partita del torneo) e pareggio morale. Ci si prepara per l’ultima sfida contro il Fano.


FANO RUGBY – ARNOLD 0-1

Cambiano le sostituzioni esterne ma non cambia la determinazione della squadra di via Demetriade, determinata a dire la sua e a provare la sua consistenza anche nelle difficili condizioni in cui si è trovata a giocare oggi.

Lo schema della partita non si discosta dalle precedenti con la mischia Arnold che, seppur più leggera di quella degli amici di Fano, inizia a impostare i tempi della partita e a portare avanti il pallone. Pallone che poi, con sempre maggior facilità viene portato al largo a vantaggio delle ali veloci che sono spesso impegnate. Trova così modo di farsi notare anche l’esordiente assoluto (non il record di esordio col minor numero di allenamenti che credo ancora spetti a Tirocchi e a Troili nell’ordine ma comunque rimarchevole dati i soli 4 allenamenti disputati) Roberto De Vita che porta la sua maglia col 14 in mezzo alla difesa avversaria dimostrandosi di essere un ball carrier affatto timido.

Maurizio Maione

myFlickr


locandonva verticale completa
Arnold Rugby Park

Via Demetriade, 78
0165 - Roma (RM)
tel: 06 5656 9320

Orari di Segreteria

Lunedì  17.15 - 19.15 
Martedì 19.30 - 20.30 
Mercoledì  17.15 - 19.15
Giovedì  17.15 - 19.15
Sabato  10.30 - 12.00

Coordinate Bancarie

Il pagamento delle quote di iscrizione può essere effettuato tramite bonifico bancario:

Banca BCC

iban IT21N0832703255000000001086

Contattaci







Collegati con noi

qr code without logo

Utenti On line

Abbiamo 36 visitatori e nessun utente online